cansiglio.it

Sei qui: Home | Non categorizzato | 07/11/2004 - Sotto la neve il Raduno

Corriere delle Apli

Contro l’ampliamento della strada statale, le antenne della telefonia in cima al Pizzoc e la centrale eolica sul Fadalto
Sotto la neve il raduno in Pian Cansiglio
Lunga serie di no degli ambientalisti alle proposte per la foresta


Una bufera a Casera Palantina non ha fermato i trecento partecipanti

TAMBRE D’ALPAGO. Sole ed aria frizzante alla partenza. Neve all’arrivo. Pioggia battente al ritorno. Il tempo pazzo di questi giorni si è materializzato anche al 18º raduno degli ambientalisti e degli alpinisti del Veneto e del Friuli-Venezia Giulia sul Cansiglio.
Ma non li ha affatto scoraggiati nella protesta ai 1800 metri della Val Palantina.
Rotondo, infatti, è stato il no all’ampliamento della statale del Cansiglio, «quasi dovesse diventare un’autostrada»; all’antenna per la telefonia mobile in vetta al monte Pizzoc, sopra Fregona e Vittorio Veneto; a nuovi impianti di salita dal Cansiglio a forcella Palantina, per poi scendere a Piancavallo; alla centrale di energia eolica sul Fadalto; al proseguimento dell’A27 verso la Carnia come autostrada.
E poi altri no che riguardano la valle dell’Alpago e in particolare le ipotizzate seggiovie da Farra a malga Mezzomiglio, sempre sul Cansiglio, e da Santa Croce del Lago a Faverghera, sul Nevegal. Un gruppo di 300 persone è scattato verso le 10 da Pian Canaie, antico villaggio cimbro e dopo un’ora e tre quarti ha raggiunto casera Palantina.
E’ stato a questo punto che il cielo ha cominciato a fioccare. Ciononostante Vittorio De Savorgnani, l’anima dell’organizzazione, Michele Boato dell’Ecoistituto, i rappresentanti del Cai, della Lac, di altre associazioni animaliste e di Legambiente, Bruno Salvador del Comitato Fadalto, hanno illustrato la vasta serie di preoccupazioni che riguardano abusi ambientali già in corso ma, soprattutto, in arrivo.
Il fronte ambientalista, dunque, corre ai ripari. Per i lavori di messa in sicurezza della statale 422, da Fregona in sù, verso località “Crosetta”, le associazioni - come fa sapere De Savorgnani - «faranno le dovute verifiche se, come riteniamo, siano state compiute opere eccessive, quindi inutilmente dispendiose». Hanno protestato - per la chiusura della direttrice - gli esercizi pubblici, perché in questo periodo non stanno lavorando.
Moreno Baccichet di Legambiente ha annunciato una proposta delle associazioni, Cai compreso, per l’istituzione di una riserva del Cansiglio anche in territorio pordenonese.
Gianfranco Cozzi della società Promotur che gestisce gli impianti a Piancavallo ha escluso l’interesse ad un collegamento con l’Alpago, per cui - ha fatto intendere - sono i veneti a volerlo.
Gabriele Martin della Lac, la lega anti-caccia, ha ricordato che l’altopiano del Cansiglio è un “sito di interesse comunitario” (sic), per cui “è sottoposto a severa tutela”, il che esclude la possibilità della caccia di selezione, come suggerito ultimamente da Treviso e Belluno.
Risultano incompatibili con questo contesto di vincoli anche i tralicci di telefonia mobile, almeno nella fattispecie ipotizzata dal Comune di Vittorio Veneto, in cima al monte Pizzoc. E non sono neppure compatibili gli impianti immaginati sul passo Fadalto per la produzione di energia eolica.
Sul futuro dello sviluppo in Cansiglio interviene anche Rifondazione Comunista, col segretario regionale Gino Sperandio, rilanciando il progetto “Parco interregionale del Cansiglio”, anche come uno degli obiettivi strategici, in tema ambientale, del programma elettorale del Centrosinistra alle prossime regionali.
«Non abbiamo sostenuto la proposta trasversale di istituzione di una Riserva e non condividiamo la visione centralizzatrice di “Veneto Agricoltura” a cui verrebbe affidata la sua gestione e per questo motivo - spiega Rifondazione - non abbiamo aderito al raduno del 7 novembre».

System.String[]

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Non categorizzato | 07/11/2004 - Sotto la neve il Raduno

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK