cansiglio.it

Sei qui: Home | Agenzia | Cronaca | Parco: De Bona (Regione) frena

News: Cronaca

Parco: De Bona (Regione) frena

Oscar De Bona frena «Prima bisogna sentire i comuni»

In merito alla proposta avanzata da Guido De Zordo di ampliare il Parco nazionale delle Dolomiti bellunesi da lui presieduto, con l'inserimento della foresta del Consiglio, l'assessore regionale Oscar De Bona si dichiara "cauto".Tale idea - come emerso dagli interventi dello stesso presidente De Zordo nei giorni scorsi - avrebbe l'obiettivo di creare un'unica grande area protetta interregionale capace di collegare il Parco nazionale delle Dolomiti bellunesi con quello regionale delle Dolomiti friulane inserendovi la foresta del Consiglio; dove peraltro è programmata l'istituzione di una riserva naturale regionale. In un recente incontro tra gli assessori del Veneto Oscar De Bona e Flavio Silvestrin, dopo un'ampia disamina di tutta la tematica, si è convenuto che prima di assumere qualsiasi decisione è indispensabile indire alcuni incontri con i sindaci dei comuni in cui ricade il territorio del Consiglio: Tambre, Farra d'Alpago e Fregona.«E' fondamentale sentire i comuni interessati - specifica De Bona - perché sul futuro della prestigiosa area, già bosco della Serenissima, non si può prescindere dalla volontà delle popolazioni direttamente interessate. Solo seguendo questo percorso si potranno raccogliere le proposte più adatte per la tutela e la valorizzazione dell'importante altopiano. A tali osservazioni dovranno essere aggiunte anche quelle espresse dall'Ente parco e da associazioni ambientaliste, insieme con alcune iniziative avanzate dall'assessore Silvestrin stesso».
(Il Gazzettino di Belluno.20/9/2007)

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Agenzia | Cronaca | Parco: De Bona (Regione) frena

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK