cansiglio.it

Sei qui: Home | Agenzia | Cronaca | Importante ritrovamento in Cansiglio

News: Cronaca

Importante ritrovamento in Cansiglio

Importante scoperta per l’ecologia del Cansiglio: trovate dagli speleologi dell’Unione Speleologica Pordenonese CAI molte ossa di vertebrati dell’Olocene in una nuova grotta in Pian Rosada (un orso bruno quasi completo - vedi foto del cranio, alcuni cervi, un capriolo e altri animaletti). La notizia era nota già da qualche settimana ma solo oggi è stato possibile accertarla grazie al sopraluogo con il Prof. Benedetto Sala, paleontologo dei vertebrati dell’Università di Ferrara, uno dei massimi esperti nello studio di resti ossei animali e di orsi delle caverne. La grotta consiste in un pozzetto verticale di 7 metri, occupato in parte da massi di frana, sotto i quali si trovavano reperti ossei quasi fossili inquadrabili forse nell’età del Bronzo (circa 3000 anni a.c), quindi abbastanza recenti. Ancora però è presto stabilirne l’età. E' una scoperta molto rilevante perchè non è facile trovare ossa di orso bruno del passato: si tratta del secondo esemplare trovato in Cansiglio, il primo risale a 40 anni fa in una grotta nella zona della Crosetta e lo scheletro ricostruito lo si trova ora nel Museo della Forestale in piana. Il nuovo ritrovamento rappresenta quindi un nuovo e prezioso contributo alla conoscenza dell'ecologia del Cansiglio. Dopo un dettagliato studio, le ossa migliori verranno donate allo stesso museo del Corpo Forestale dello Stato per desiderio degli speleologi autori della scoperta.

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Agenzia | Cronaca | Importante ritrovamento in Cansiglio

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK