cansiglio.it

Sei qui: Home | Agenzia | Salvaguardia | Cansiglio ai Comuni?

News: salvaguardia

Cansiglio ai Comuni?

 

Chi conosce la storia di questo eccezionale bosco (che nello stesso nome rimanda ad una proprietà da sempre collettiva [Cansiglio da Campus concilii: "il campo della comunità"]), sa che i Comuni, per loro intrinseca costituzione, non sono mai stati in grado di contenere gli appetiti privatistici dei locali e non, anzi, in alcuni casi li hanno assecondati (cfr. il grande storico dei boschi A. di Bérenger). Se fosse stato per loro, oggi non vi sarebbero che sparuti cespugli. Il Cansiglio, per conservarsi tale, non può che restare proprietà comune unitaria, sottoposto a vincoli interregionali e statali, che contemperino esigenze di sviluppo locale (sostenibile) con la salvaguardia ambientale: se così non fosse, in pochi anni sarebbe drammaticamente parcellizzato e forse stravolto dai più stravaganti progetti localistici di 'rilancio'. Sarebbe perduto, come è già accaduto a tanti altri boschi. Che non sopravvissero alla privatizzazione (cfr. Pogue Harrison e Michelet). Questo bosco, che fu "pretioso zoiello della Serenissima", sia oggi invece patrimonio nazionale ed europeo per peculiarità ed equilibrio ambientale. Ci sono tutte le possibilità e le risorse per intraprendere una direzione autenticamente 'economica' purché autenticamente 'conservativa'. Non si accenda il fiammifero del localismo, ché da sì poca fiamma potrebbe seguire un grand’incendio.          Pier Franco Uliana

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Agenzia | Salvaguardia | Cansiglio ai Comuni?

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK