cansiglio.it

Sei qui: Home

Articoli

Cansiglio: l'acqua di falda si alza di 30 metri

 

NOVITÀ SCIENTIFICHE DAL CUORE DEL CANSIGLIO:

l’acqua di falda si alza di quasi 30 metri!

Con lo scopo di comprendere la dinamica dell’acquifero del Cansiglio e di integrare le conoscenze sulla falda, nel marzo 2013 in anteprima assoluta si è deciso di installare nelle parti più profonde dell’altopiano una piccola sonda multiparametrica per il monitoraggio della falda: grazie alle dimensioni piuttosto contenute e il suo peso ridotto a pochi grammi, questo strumento una volta immerso permette di misurare i principali parametri fisico - chimici dell’acqua (livello, temperatura e conducibilità). L’installazione è avvenuta nella parti più profonde del Bus de la Genziana (Pian Cansiglio) a 587 metri di profondità grazie alla collaborazione tra l’Unione Speleologica Pordenonese CAI - PN e l’Università di Trieste, che ha messo a disposizione la sonda, ed è stata possibile grazie all’aiuto di alcuni speleologi impegnati nella ripresa di alcune esplorazioni nella zona del sifone (Barbara Grillo, Andrea Fersuoch e Sandro Scorzè - G.S. Vitt. Veneto).

 La cavità è la prima e unica Riserva Naturale Ipogea d’Italia gestita dal Corpo Forestale dello Stato. Le parti più basse di questa grotta sono caratterizzate da ambienti epifreatici, che possono allagarsi anche completamente e presentano una condotta a sifone, dove è sempre presente l’acqua. Per lo speleologo non è possibile andare oltre questo passaggio, perché sono necessarie tecniche speleo subacquee e quindi normalmente ci si ferma a questi livelli.

Questo tipo di ricerca va ad integrare gli studi idrogeologici in atto in Cansiglio da più di 10 anni per la comprensione dei rapporti tra la falda e le sorgenti del Livenza. Nel 2007 un tracciamento ha dimostrato che vi è una comunicazione diretta tra le acque della conca e quelle della sorgente Santissima e Molinetto. Inoltre gli studi geofisici in atto hanno dimostrato che vi è netta relazione tra carico idraulico e registrazioni degli strumenti geofisici (GPS e clinometri in grotta): il massiccio del Cansiglio si deforma in seguito a abbondanti eventi piovosi e si comporta in modo elastico proprio come una spugna.

La sonda è stata portata in superficie a metà giugno. I dati dimostrano che si tratta di un sifone pensile, non terminale, confermando le affermazioni dell’unica esplorazione speleo-subacquea svolta qui dai triestini negli anni ’80. In quattro mesi di registrazione con campionamento orario il sifone si è alzato mediamente di 4-5 metri con pochi millimetri di pioggia all’ora. Ha raggiunto in una occasione i 27 metri il 16 maggio, quando per tre giorni ha piovuto 155 mm totali. Il livello si è alzato di colpo in poche ore e si è svuotato in 25 ore. Il sifone viene interessato dagli innalzamenti della falda quando l’idrostruttura va in piena, cioè quando la falda del Cansiglio si alza. Localmente può essere interessato da mescolamenti di acque di neoinfiltrazione, che sono comunque molto veloci come innesco, meno come deflusso. Questo tipo di dinamica ci permette di capire e confermare quello che in parte già si sapeva, ovvero che quando piove in poche ore la grotta va in piena ed i circuiti idrici ipogei sono altamente conduttivi. L’acqua che circola nel Bus de la Genziana costituisce però la minima parte di quello che esce in sorgente e ciò significa che si sta parlando di una falda con volumetrie piuttosto ampie e differenti aree di alimentazione.

Aldilà della ricerca scientifica queste informazioni sono molto importanti anche per gli speleologi, perché in caso di presenza in determinati punti per esplorazioni o semplice visita si è maggiormente consapevoli delle dinamiche che si possono innescare.

Mai nessuno in precedenza aveva potuto raccogliere questi dati e visto i risultati si è deciso di continuare con il monitoraggio: si suppone infatti che il livello di falda possa alzarsi ben oltre i 30 metri. Con ciò si dimostra anche quanto sia importante l’aiuto della speleologia, intesa non solo come sport.
Barbara Grillo

 

System.String[]

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK