cansiglio.it

Sei qui: Home | Storia | Un episodio della Grande Guerra in Cansiglio

Storia del Cansiglio

Un episodio della Grande Guerra in Cansiglio

La Prima Guerra Mondiale, si sa, non ha interessato direttamente il Cansiglio, come invece avverrà poi per la successiva. Ne era però immediato retroterra, dal Pizzoc lo sguardo spaziava in basso sul Montello e il fronte del Piave e, a destra, sulla catena prealpina fino al Monte Grappa. La sua vicinanza al fronte lo fecero diventare però comodo serbatoio di approvvigionamento di legname a sostegno delle più diverse esigenze belliche. A questo proposito rimangono ancora, a testimonianza dell’opera, i basamenti della teleferica che dal Pian Cansiglio, lungo la Valsalega, giungeva nei pressi di Cappella Maggiore, dove arrivava un ramo secondario della linea ferroviaria che gli austriaci realizzarono, a sostegno del fronte, tra Sacile e Vittorio Veneto. Quello che qui si ricorda è però un fatto di guerra minore, un episodio accaduto 100 anni fa sul versante d’Alpago, collegato all’irruzione delle truppe austriache provenienti dal Cadore in seguito alla rotta di Caporetto. Il fatto avvenne il pomeriggio del 10 novembre 1917 presso la chiesetta della Madonna del Runal, edificata su un luogo che del Cansiglio ne è stato per secoli la principale porta d’accesso dalla parte bellunese. Sfortunati protagonisti ne furono due ragazzi di 15 e 8 anni, Giuseppe Vich ed Emilio Zoppè, che persero la vita a causa dello scoppio di una bomba, in circostanze che non furono poi ben chiarite. A ricordo del fatto, sul muro esterno della cappella, sono collocate due distinte lapidi.

Per una più circostanziata esposizione dell’episodio si rinvia a quanto pubblicato sul Corriere delle Alpi nel 2015. Gli articoli sono consultabili al seguente link. icon 10 Novembre 1917 alla Madonna del Runal (154.7 kB)

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Storia | Un episodio della Grande Guerra in Cansiglio

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK