cansiglio.it

Sei qui: Home | Storia | "Recta linea" o "A far comedo"

Storia del Cansiglio

"Recta linea" o "A far comedo"

Nella plurisecolare presenza delle autorità statuali in Cansiglio gli episodi di contrasti d’interesse che coinvolsero le Comunità locali, titolari di antichi diritti d’uso dei pascoli e del bosco, sono stati diversi. I contenziosi, protrattisi a volte per decenni, videro protagonisti di liti giudiziarie le stesse Comunità nei confronti, di privati, Enti ecclesiastici e le Autorità pubbliche di volta in volta interessate. L’episodio qui descritto, in forma di narrazione, ne prende in considerazione uno di questi.  Il 24 ottobre di 365 anni orsono, a seguito di una più dettagliata individuazione della linea di confine del Bosco d'Alpago, vincolato dalla Repubblica di Venezia nel 1548, si incontrarono alla Ceresera rappresentanti in loco della Serenissima e quelli di Polcenigo. (Nella foto, un pascolo oggetto del contenzioso) Nel racconto, basato su documenti d’archivio, vengono presentati i personaggi coinvolti, le tesi sostenute dalle parti avverse, così come quale fu l’epilogo della vicenda, ad oltre due secoli dal suo sorgere.

Per scaricare il documento: icon Recta Linea o A far comedo (465.93 kB)

Newsletter

Per ricevere il Bollettino del Cansiglio (email) iscriviti alla newsletter
Sei qui: Home | Storia | "Recta linea" o "A far comedo"

 

  Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei cookie. Informazioni >Cookie Policy>OK